Isola di Symi

Isola di Symi

L’isola di Symi (o Simi – Σύμη) è, dopo Halki, l’isola più vicina a Rodi, è una tra le più piccole del Dodecaneso ma anche tra le più cosmopolite.

Symi è facilmente raggiungibile con piccoli traghetti e aliscafi che partono giornalmente dal porto di Rodi. Dopo un viaggio di circa 2 ore (dipende dal tipo di nave) si arriva al bellissimo porto pittoresco dell’isola, vicinissimo alla costa dell’Asia Minore.

Il borgo di Simi costruito in grave pendenza sulla colina rocciosa che accerchia il porto, offre viste panoramiche a mozzafiato. Pieno di case tradizionali con decorazioni di stile neoclassico, per lo più sviluppate a due piani di altezza, di stile neoclassico, tutte con vista verso il porto. Come succede spesso nelle isole Greche, il borgo è suddiviso in due parti, il Ghialòs (costa) e la Chòra (paese) che si trova più in alto.

Dopo aver visitato la parte principale dell’isola ci siamo fermati ad una sosta pranzo in uno dei numerosi ristorantini di pesce ubicati fronte porto, i prezzi anche qui non molto popolari ma accessibili.