Livingston avvia i suoi collegamenti dall’Aeroporto Valerio Catullo di Verona, che diventa la seconda base della compagnia aerea italiana.

«Il progetto di Livingston – dichiara Riccardo Toto, amministratore unico e proprietario di Livingston – prosegue con determinazione, nel rispetto del piano industriale presentato nei mesi scorsi e con la voglia di continuare a crescere. La risposta del mercato si sta rivelando estremamente positiva, i rapporti con i tour operator e con le agenzie di viaggio sempre più forti».

La flotta Livingston, per questa stagione estiva, conta su cinque Airbus A320, che diverranno 11 una volta a regime: 8 A320 di corto-medio raggio e 3 A330 di lungo raggio.