Secondo il Giornale di Brescia, l’isola di Karpathos offre un pò di Caraibi in mezzo al Mediterraneo:

“Un’isola dove il turismo si è affacciato solo negli ultimi dieci anni e che grazie al potenziamento dell’aeroporto è diventato progressivamente un punto di attrazione per i turisti soprattutto del Nord Europa. Un successo soprattutto legato al mare che è davvero «caraibico»per il mare davvero caraibico…

Karpathos ha un’offerta variegata: dalla sabbia alle rocce, dai luoghi di maggior richiamo a quelli deserti. Innanzitutto, non si può passare un periodo di vacanza sull’isola senza andare ad Apella, vera e propria perla del Mediterraneo: molto difficile da raggiungere per via di una stradina tortuosa, la sua acqua limpida ripaga ampiamente dello spostamento difficoltosa.

Una giornata merita anche Kyra Panagia molto rinomata, spiaggia sovrastata da una chiesa ortodossa (in tutta l’isola compaiono centinaia di cappelle), con la tradizionale cupola rossa. Per chi invece punta ad un’escursione più lunga, l’ideale diventa il paesino di Lefkos a 44 chilometri da Pigadia: si trova sulla costa occidentale, non è mai affollato ed è situato tra tre insenature con due spiagge di sabbia e una rocciosa. Dopo aver fatto il bagno in questi luoghi non resta che lanciarsi all’avventura ed andare autonomamente alla ricerca di piccole spiaggette o cale dove fare il bagno in completa solitudine.”