Guida di Rodi

La bellezza di Rodi è leggendaria. La decantarono i poeti greci e romani. Non si sottrassero al suo fascino nemmeno i Cavalieri, che pur non dovendo essere, per la loro stessa vita guerriera e monacale, molto sensibili agli spettacoli della natura. Varie e tutte sorprendenti le attrattive paesistiche di Rodi che cercheremo di descrivere in questa guida, seguendo gli itinerari migliori e presentando i posti più interessanti.

Sicuramente tra i migliori del mondo il suo clima, dolce e relativamente secco. D’inverno è raro che la temperatura scenda mediamente sotto i quattordici gradi, come d’estate raramente supera i trenta centigradi. Nel cuore dell’estate, specie in Rodi città e, meglio ancora, alla punta nord di Rodi dove si trova l’Albergo delle Rose e l’Acquario, la temperatura si aggira sui 27-29 gradi. Freschissima è anche tutta la costa nord-occidentale, battuta dai venti di maestro mentre la sud-orientale, riparata dalle colline, è più calda. Tiepido l’inverno e solatio, rotto talvolta da violenti piovaschi e sciroccate. Deliziosa la primavera, piena di aromi di una natura mediterranea ricchissima che si mescola alla salsedine, in un trionfo di sapori. Ma se volete visitare Rodi senza altro pensiero che di godersi la gioia di una città impareggiabile, di una natura stupenda e di un clima paradisiaco, è da consigliare i mesi di settembre e ottobre.

La vera stagione di villeggiatura sarà sempre l’estate. A Rodi il clima caldo del Mediterraneo si mescola col vento fresco maestrale che contribuisce al abbassamento delle temperature durante i mesi più caldi.  E se questo non basta, ci sono le bellissime spiagge di Rodi dalle acque purissime per rinfrescarci.  Alcune sono dotate di un tappeto di finissima sabbia, altre coperte da i famosi ciottoli di Rodi dov’è uno vero spettacolo rovistare tra i sassi alla ricerca si qualche frammento particolarmente levigato e dai colori strani. La costa ovest è la favorita per quelli che praticano gli sport acquatici come il wind surfing, il kite surfing o la barca a vela.

Rodi è ricca di frutti, specie di agrumi (gli aranci di Malona sono preferiti persino ai celebratissimi aranci di Giaffa), di uve eccellenti. Vi maturano persino i datteri e le banane. Meravigliosa anche la fioritura: rose, oleandri, fiordelsole (hibiscus), bughenville, ciclamini, una festa di colori nei campi e nei giardini. Abbondanti le pernici, lepri, beccacce e i cervi sulle foreste di montagna.